HTC Wildfire: opinioni, pregi e difetti. Come riprodurre film e video in Divx.

ATTENZIONE
Questo articolo è stato scritto più di 5 anni fa. Le valutazioni sulla convenienza commerciale e tecnica del prodotto non sono più valide.
Al momento attuale l’HTC Wildfire è forse lo smartphone presente sul mercato che offre il miglior rapporto qualità/prezzo. Con cira 200 Euro infatti è possibile portare a casa un dispositivo ‘completo’: sistema operativo Android (purtroppo ancora 2.2), fotocamera da 5 Megapixel con flash, schermo multi-touch, gps, ambient light sensor, sensore di prossimità, sensore di gravità, attacco cuffie jack da 3.5mm, supporto reti 3G e WIFI. Il tutto raccolto in un case compatto e leggero (poco più di 100 gr). Insomma, non gli manca quasi nulla. A quel prezzo davvero difficile trovare di meglio.

Lo smartphone non ha limiti particolari. Lo dimostra il fatto che la quasi totalità delle applicazioni presente sul Market di Android lavora in maniera molto fluida e senza intoppi.
Dico ‘la quasi totalità’ perché, purtroppo, nella mia esperienza di utente mediamente soddisfatto ho comunque riscontrato due grane: Skype e la visione di film e video in Divx. Ambedue i casi sono complicazioni che nascono dall’hardware limitato (processore da 500MHz, RAM 384MB) montato dal telefonino rispetto le esose richieste degli applicativi.

Skype funziona, è possibile chattare in maniera godibilissima coi propri contatti, ma è quando si tenta una chiamata che arrivano i dolori. La comunicazione vocale è praticamente impossibile, la voce (sia per contatti Skype che per numeri mobili o fissi) risulta gracchiante e continuamente interrotta.
La comunity degli utenti HTC incrocia da mesi le dita, nella speranza che il team di Skype possa rilasciare una versione aggiornata  dell’applicazione meno avida di risore.

 

Se per le chiamate Skype al momento non sembrano esserci particolari soluzioni, la visione di video in Divx risulta un attimino complicata ma comunque possibile.
Il riporduttore multimediale di base fornito con Android non monta i codec necessari alla riproduzione di video in Divx. E’ pertanto necessario installare dal Market un apposto player che sia in grado di leggere i formati desiderati.
In rete le applicazioni più consigliate sono due: RockPlayer e QQPlayer. Il primo sicuramente più diffuso nel mondo Android, ma il secondo senza dubbio più leggero.
I due player leggono un po’ tutti i formati video, e la riproduzione fila liscia fin quando non si prova a visualizzare un file dal bitrate più elevato: riproduzione lenta, a scatti e asincronia tra video ed audio (ma per quanto mi riguarda QQPlayer soffre molto di meno questo problema). Ancora una volta il limite del processore si fa sentire.
Come risolvere il problema e gustarsi le copie backup (:P) dei propri film al calduccio del proprio letto?
Io utilizzo Handbrake. Si tratta di un programma per PC che consente la conversione semplice e veloce dei propri contenuti multimediali in formati più accessibili e supportabili da smarphone e dispositivi mobili.

Basta selezionare il file da convertire e scegliere come preset da utilizzare iPhone e iPhone Touch. In pochi minuti avrete copia alleggerita del video da caricare su SD e godere su smartphone.

 

Tornando all’utilizzo dello smartphone parliamo della durata della batteria. Con rete mobile sempre attiva rassegnatevi, difficile se non impossibile superare l’intera giornata di utilizzo. Disattivando la connettività invece si può utilizzare il Wildfire come semplice cellulare anche per 3 giorni di fila.
Con buoni compromessi e scollegandosi dalla rete negli orari di lavoro si può sicuramente tirare verso rese maggiori della giornaliera.


Un’ultima critica spesso sollevata al Wildfire su forum e comunity (ma che sinceramente condivido poco) è la risoluzione dello schermo. 240 x 320 non è il massimo di ciò che è presente attualmente in circolazione.
Questo è vero, la differenza con lo stesso fratello maggiore (HTC Desire HD) è abissale, ma siamo sicuri di utilizzare appieno le risorse offerte da dispositivi di fascia maggiore ed essere disposti a spendere  più del doppio?

ATTENZIONE
Questo articolo è stato scritto più di 5 anni fa. Le valutazioni sulla convenienza commerciale e tecnica del prodotto non sono più valide.

Leggi anche:

Posted in Informatica, Telefonia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , .

One Comment

  1. Pingback: Come ricaricare la batteria del telefonino nuovo | Dimmicomefare.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *