Cosa è un Poke su Facebook

Una funzione poco conosciuta sul social network di Mark Zuckerberg è il Poke.


In inglese il termine poke significa colpire, toccare. Su Facebook la parola indica pertanto il gesto di richiamare l’attenzione di un profilo come se, tra la folla di amici, si dessero due colpetti sulla spalla di qualcuno per farlo voltare.

Come si invia un poke

Il poke si invia dal menù a discesa presente sul profilo di interesse, quello con l’icona dell’ingranaggio:

cosa è il poke su facebook

Il poke può essere inviato sia ad un contatto sconosciuto, sia ad uno che è già parte della nostra lista di amici.

Nel tempo la logica della funzione si è evoluta. Prima se inviavo un poke ad una persona che non era mio amico su Facebook abilitavo la possibilità di vedere il mio profilo, con relativi aggiornamenti e foto, per una settimana. Viceversa, la persona a cui ho inoltrato il poke, rispondendo con un poke back mi dava la possibilità di consultare in maniera completa il suo profilo per sette giorni. Una sorta di amicizia a scadenza, insomma. Ora non è più così. La sua utilità resta quella di indicare interesse verso un dato profilo.


Inviare un poke equivale semplicemente a richiamare dell’attenzione. E’ un po’ come uno squillo sul telefono o il vecchio trillo presente sul Live Messenger di Microsoft. Un modo per comunicare allo specifico profilo “Ciao, ti sto pensando!”.

Leggi anche:

Posted in Cosa è, Facebook and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *