Cosa è un CMS

CMS è l’acronimo in lingua inglese di Content management system.
In italiano è possibile tradurre tale parola come Sistema di gestione contenuti.
Un CMS è un software che installato su un server web permette di creare e gestire un sito ed i suoi relativi contenuti, in maniera semplice ed efficace.

Cosa è un CMS

Con un CMS si può creare un sito vetrina, un blog, una galleria fotografica. La gestione è sempre affidata ad un pannello di controllo dal quale è poi possibile aggiungere o modificare un articolo, una foto od un link. Tutti i CMS prevedono la personalizzazione dell’interfaccia grafica tramite temi e parametri presenti sul pannello di controllo.
Il vantaggio dato dall’utilizzo di un CMS è che tutte queste operazioni vengono eseguite tramite procedure guidate e semplificate. Quando i siti venivano gestiti solo in fase statica occorreva invece mettere mano in maniera diretta ai file che li componevano. Era quindi d’obbligo una conoscenza almeno base del linguaggio HTML, cosa che, ad esempio, al giorno d’oggi la stragrande maggioranza dei blogger non ha. Grazie ad un gestore di contenuti non è più necessario dover mettere mano al codice, a meno di casi od esigenze particolari.

Esistono centinaia di CMS a codice aperto che è possibile scaricare gratuitamente dal web ed utilizzare per creare facilmente il proprio sito o blog.
Ecco un elenco dei CMS gratuiti più famosi. Tutte le risorse segnalate sono disponibili tradotte anche in lingua italiana.

  • WordPress: forse il CMS più usato del web. E’ nato come strumento per la gestione di blog, ma col tempo si è evoluto fino a diventare utile per la creazione di siti e strutture più esigenti.
    Il suo successo è dato anche dallo sconfinato parco di plugin, temi ed estensioni, gratuiti e non, a disposizione dell’utente ed in grado di soddisfare ogni specifica esigenza.
    Dimmicomefare.it utilizza WordPress!
  • Joomla: di notevole successo. Tempo addietro era la soluzione che molti preferivano per la creazione di piccoli portali quando WordPress non era all’altezza delle richieste. Anche per Joomla sono numerosissime le applicazioni di terze parti disponibili gratuitamente, grazie ad una vivace comunity di sviluppatori, per la personalizzazione del proprio prodotto.
  • Drupal: molto simile ai due CMS già segnalati. Forse un pizzico più complesso da apprendere ma con un core (il “motore” interno del software) più essenziale, funzionale, veloce e personalizzabile, secondo molti specialisti software che lo hanno utilizzato.
  • phpBB: un CMS molto diffuso, specifico per la creazione e gestione di forum. I vantaggi di tale software rispetto i suoi concorrenti sono l’anzianità e la comprovata funzionalità. L’installazione è semplice e veloce.
  • Opencart: un CMS esclusivamente dedicato alla creazione di siti e-commerce. Semplice ed intuitivo, più del suo avversario Magento, soluzione molto personalizzabile ma dall’apprendimento più arduo (sono richieste specifiche conoscenze tecniche).

Difficile, se non inutile, stabilire quale tra questi sia il migliore. Tutto dipende dalle proprie esigenze, dai contenuti da gestire e gli eventuali plugin da installare.

Che caratteristiche deve avere il mio web server

Tutte le soluzioni appena segnalate sono open source ed utilizzano come linguaggio di scripting PHP, interfacciandosi con un database di tipo MySQL. Sono le due principali caratteristiche che deve avere un server web per ospitare un sito creato con questi CMS.
Esistono comunque anche molte altre soluzioni che utilizzano linguaggi diversi come ASP, Java, Perl, Python, Ruby, etc.
Prima di acquistare un web server per la creazione del proprio sito è quindi bene informarsi sulla natura del CMS che si ha intenzione di utilizzare.

Come sperimentare un CMS sul proprio PC

E’ possibile valutare la qualità e le funzionalità offerte da un CMS installandolo anche in locale, senza doversi affidare subito e per forza ad un server esterno.
Per i software che utilizzano PHP e MySQL è possibile installare sul proprio sistema una LAMP, una piattaforma atta proprio alla creazione di siti in locale. Su sistemi Microsoft Windows il programma Xampp è molto utilizzato, completo e stabile.

CMS senza database

Esistono anche CMS che non utilizzano database SQL, di tipo relazionale.
Tra questi vi è Flatpress. Articoli, impostazioni e tutte le informazioni necessarie alla gestione del sito sono archiviati direttamente su file. Flatpress non fa altro che scrivere, tramite specifici comandi PHP, su file archiviati in un’unica e sola cartella. Un sistema votato quindi alla sola semplicità. I siti creati con Flatpress risultano molto veloci e poco assetati di risorse. Flatpress non è ovviamente l’unico nel suo genere, ma lo segnaliamo perché è un progetto tutto italiano.

Leggi anche:

Posted in Internet, Software and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *