Come snellire le gambe

Vi state chiedendo come sia possibile snellire le gambe? Per prima cosa mettete in conto che dovrete perdere peso corporeo in maniera omogenea per avere uno snellimento a livello delle cosce. L’aumento del peso è sempre associato all’accumulo dei grassi in diverse zone del corpo. Alcuni individui hanno una quantità di grasso più elevata sugli arti superiori, mentre altre persone accumulano adipe principalmente sulla pancia.


Per le donne, nella maggior parte dei casi, l’area delle cosce è il principale punto di accumulo di grasso. Come rimediare a questo problema? Effettuando esercizio fisico per almeno 30 minuti al giorno, seguendo un’alimentazione ricca di proteine magre, cereali integrali, frutta e verdura e che eviti farina e zuccheri raffinati. In questo modo è possibile raggiungere in maniera veloce i vostri obiettivi di dimagrimento.

Ricordatevi che non esiste alcun metodo che permette di perdere peso in maniera selettiva, esclusivamente su una data area del corpo. Per snellire le cosce è necessario perdere peso in tutto il corpo affiancando ad una corretta dieta la giusta attività motoria. Esercizio, tanto esercizio. Un buon metodo per iniziare a sciogliere e riattivare il corpo potrebbe essere lo yoga o il pilates. Per passare poi a qualche esecuzione più diretta. Vediamo come.

Esercizi utili

Per esercitarvi vi serviranno:

– Cyclette
– Salto alla corda
– Manubri

Salto alla corda


Saltare la corda 3 o 4 volte alla settimana vi aiuterà ad avere una buona base di riscaldamento prima di sottoporsi ad esercizi più intensi. Con buona tenacia (e con il passare del tempo) questo esercizio farà parte della vostra routine quotidiana, offrendo grandi vantaggi in termini di snellimento, specie per sessioni brevi in grado di restare nella fase aerobica (più utile alla perdita di grassi). Durante l’esercizio ricordatevi di piegare leggermente le ginocchia per contenere l’impatto col suolo. Attenzione anche alla schiena che dovrà essere dritta durante l’intero esercizio. Variate la tipologia di salto, alternando sia a gambe unite che alterne, in stile corsa.

Cyclette, ma non solo


La cyclette, ma anche nuotare, fare jogging o passeggio veloce, vi aiuterà a snellire le gambe. Stiamo parlando di ottimi esercizi aerobici.
Per lavorare in maniera più mirata ed avere dei risultati efficaci cercate di stare in piedi invece che sedervi sulla cyclette, ed adottate una pedalata con buona velocità.
Per nuoto o la corsa è consigliabile avere pratica frequente: 3 volte la settimana sarebbe ideale.
Chi ha vissuto per un lungo periodo una vita sedentaria potrebbe approcciare all’esercizio fisico con una camminata veloce. Iniziate con un passo confortevole, per circa un paio di minuti, e poi aumentate il ritmo fino ad avere abbastanza energie e fiato per correre e non dovervi fermare subito. Seguite questo metodo di corsa per mezzora, almeno 3 volte alla settimana, e le vostre gambe vi ringrazieranno.

Manubri e palestra

Passiamo alla fase di tonificazione e rassodamento delle gambe, anch’essa molto importante.
I manubri possono essere utilizzati per svolgere esercizi come gli affondi.


Posizionatevi in piedi con le gambe aperte alla larghezza delle spalle e con i manubri stretti in entrambe le mani. Rilassate le braccia e le spalle facendo scendere i manubri lungo i fianchi, piegate la gamba destra in avanti mentre col ginocchio sinistro scendete ad un paio di centimetri dal pavimento. Alternate le due gambe. Se avete spazio potete anche avanzare man mano lungo la stanza. Non inarcate la schiena durante l’esercizio.
La comodità degli affondi è che possono essere eseguiti anche da casa, senza doversi recare per forza in palestra.

Un’altra delle pratiche più svolte nelle palestre per la modellazione delle gambe è lo squat. Inizialmente se non si è allenati è bene evitare di caricare con bilanciere o manubri, eseguitelo a corpo libero:
posizionatevi in piedi con le gambe aperte alla larghezza delle spalle, inspirate mentre vi abbassate a squat, piegate le ginocchia raggiungendo con le mani le dita dei piedi. Espirate mentre ritornare in piedi.
Anche durante questo esercizio prestate attenzione a non piegare la schiena.

E’ possibile iniziare a svolgere sia affondi che squat con 3 serie da 10 ripetizioni. Aumentare in maniera graduale peso e ripetizioni dopo le prime due o tre settimane.

Con una buona alimentazione e tempo dedicato ad attività ed esercizi dopo qualche mese non potrete non noterete dei risultati e finalmente dire di essere riusciti a snellire le vostre gambe!

Il post che ha ispirato questo articolo è qui.

Leggi anche:

Posted in Salute and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *