Chi votare: come orientarsi per le prossime elezioni politiche

In questo post abbiamo ricordato che nei giorni 24 e 25 Febbraio i cittadini che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età saranno chiamati alle urne, per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.


In questo momento di crisi economica e forte smarrimento ideologico è importantissimo avere le idee chiare sulla preferenza che si vuole esprimere al seggio.

Con quale programma sono più d’accordo?

Se nel pieno di questa campagna elettorale, nel polverone mediatico degli ultimi giorni, vi sentite smarriti e non riuscite ad orientarvi nella scelta di un candidato che possa rappresentarvi al meglio, vi consigliamo di dare un occhiata a questo progetto:

http://politiche2013.voisietequi.it/

Questo sito permette di effettuare un test politico-elettorale per stabilire quale tra i programmi dei partiti politici rappresenta di più le vostre idee.
Si tratta un progetto no-profit dell’associazione Openpolis. Il test consiste nel rispondere a 25 temi intimamente legati ai punti dei programmi delle liste candidate. Molti partiti hanno fornito direttamente risposta alle 25 domande per chiarire il più possibile la propria posizione (i partiti PD, FLI e M5S si sono astenuti, la loro posizione è stata ricavata in base al programma scritto ed alla trattazione dei temi affrontata direttamente in campagna elettorale e nelle dichiarazioni pubbliche).
Alla fine del test verrà elaborato un grafico che riassume le vicinanza e distanze politiche con i vari partiti. E’ possibile poi condividere sui social network tale risultato.
Un simpatico strumento per comprendere quanto le proprie idee, o quelle dei nostri amici, siano in linea con i tanti schieramenti politici di queste elezioni.

Scheda bianca, nulla o rifiuto

Il voto è un atto importante. Non condividendo i programmi politici dei partiti molte persone decidono di votare e consegnare la scheda bianca, alzando così la percentuale di affluenza ed assegnando di fatto la decisione agli altri elettori.
La scelta è sicuramente personale ma a tal proposito consigliamo la lettura di questo articolo, dove viene presa in considerazione anche la possibilità del voto con la scheda nulla.
E’ però da ricordare che ambedue le scelte tendono a favorire i partiti con più voti.
Altra possibilità è quella trattata qui, per esercitare il diritto di rifiuto della scheda.

Leggi anche:

Posted in Pratiche e pagamenti and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *