Come scegliere lo spumante giusto ed abbinarlo all’occasione

scegliere-spumante
Spumante è sinonimo di festa. Le bollicine non possono mancare durante compleanni, addii al celibato e nubilato, feste di laurea o grandi tavolate con gli amici. Ogni occasione, insomma, merita la sua bottiglia.
Lo spumante è un vino che può accompagnare ogni pasto e portata, partendo dall’aperitivo per giungere al classico dolce.
Ma come scegliere la bottiglia di spumante giusto?

I tipi di spumante e gli abbinamenti

I vini spumante sono solitamente classificati in base il loro differente residuo zuccherino. Nello specifico le principali categorie sono Extra Brut, Brut, Dry e Dolce.

  • Extra Brut: con un contenuto zuccherino davvero minimo (< 6 g/l) è la categoria dei vini spumante dal sapore secco. Gli Extra Brut sono ideali per portate come antipasti ed aperitivi, ma possono andare bene anche su piatti delicati come secondi di pesce (specie se crudo).
  • Brut: lo spumante per antonomasia, sapore classico, poco fruttato. Riesce ad accostarsi senza problemi a tutto il pasto.
  • Dry: o anche abboccato, che sta per “appena o poco dolce”, si accosta bene con dessert non eccessivamente dolci e crudi con una leggera vena amarognola.
  • Dolce: con dolcezza predominante, contenuto zuccherino > 50 g/l, è accostato senza indecisioni a frutta e dessert.

 

Altre sigle e diciture

Di seguito una serie di diciture che è possibile trovare accostate al vino spumante:

  • Millesime significa che il vino deriva dalla lavorazione di uve di una sola annata (occhio, quindi, prezzo alto).
  • Cremant sta per “poco frizzante”.
  • Cuvee significa che lo spumante è ottenuto da diverse uve e tipi di premitura.

 

Alcuni esempi di marchi commerciali

Quasi sempre presenti, anche sui banconi del più anonimo supermercato. Sono le marche commerciali più diffuse. Ecco un elenco base:

Fontanafredda
Gancia
Martini
Cinzano
Tosti
Sant’Orsola

Attenzione, però, il marchio non è quasi mai sinonimo di qualità!


 

Differenza tra spumante e prosecco, franciacorta o champagne

Lo spumante è un vino senza denominazione, fatto con qualsivoglia metodo di vinificazione e con uve provenienti da qualsiasi zona d’Italia. Uno spumante si differisce dal vino frizzante per la pressione interna della bottiglia prima dell’apertura, che non deve essere inferiore ai 3 bar.

Per prosecco si intende un vitigno presente principalmente in Veneto. Le sue uve possono essere trasformate sia in vino fermo che spumantizzato.
Franciacorta e Chamagne sono le regioni dove crescono le uve che danno il nome ai famosi vini.  La Franciacorta si trova in Italia, nel bresciano. Per entrambi i vini che portano il metodo di vinificazione adottato è quello classico.

Leggi anche:

Posted in Vino e birra and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *